life style

Vestirsi alla moda? All’insegna del proprio stile!


Essere sempre alla moda è indubbiamente il sogno di ogni ragazza ma una moda adatta a ciascuna. Poiché tutte, in fatto di abbigliamento, abbiamo una diversa personalità.

comevestirsi.jpeg

Solitamente si tratta di una caratteristica, un “sesto senso” che nasce in noi fin dai primi anni di età, quando si è ancora bambine incuriosite da ciò che ci piace, libere dai condizionamenti di amiche e mass-media che saranno inevitabili negli anni successivi.

Ti sei mai chiesta di che stile sei?

Quando eri bambina eri molto più sicura di cosa volevi e cosa desideravi, senza dubbi o ripensamenti.

Era tutto più semplice e spontaneo riducendosi ad un banale sì o no. Questa capacità di scelta viene purtroppo messa a dura prova durante la crescita, a volte scomparendo del tutto.

Viene assorbita e plasmata in modo da farti adeguare al gruppo, alla massa, corrispondendo a dei canoni estetici che non hai scelto tu, ma che inconsciamente ti vengono imposti di volta in volta dalle compagne di scuola, dalle varie eroine della TV, da modelle, cantanti, attrici e via di seguito.

La prima a imporci delle scelte in fatto di abbigliamento è sicuramente la mamma. È lei che ci compra i primi vestitini quando siamo ancora nel passeggino.

Seguono poi zie e ziette, nonne e nonnette che ci scambiano per delle bambole da vestire e svestire a loro piacimento.

Finché il passeggino permane purtroppo è inevitabile.  Intorno ai 4 anni, finita la fase dello spupazzamento, si risveglia in noi la consapevolezza dell’ abito, del gusto, del colore che ci piace. E’ l’età in cui cominciano i capricci.

Ricordo ancora adesso un pomeriggio di tante estati fa, quando mia madre mi obbligava a mettere dei graziosi sandalini di vernice con un abititino a palloncino per una festa di compleanno.

Da allora ho iniziato a lanciare i vestiti appallottolati, urlando e non ho più smesso.

E’ andata avanti per anni: crisi isteriche prima di andare a scuola la mattina, crisi per il giorno degli esami, per feste e matrimoni vari, per il giorno della mia seduta di laurea.

Sì, hai capito bene, L-A-U-R-E-A! Perchè mia mamma, più testarda di me, ha cercato fino all’ultimo di farmi cambiare idea in fatto di vestiti e di inculcarmi un pò di galateo.

Risultato: pessimo. Tra i suoi consigli e lamentele e i tentativi di copiare i miei amici, ne è venuto fuori un disastro completo, a cui non è stato facile rimediare.

Tanto più che oramai per tutti io ero semplicemente quella che non si sapeva vestire!

Il fatto è che ognuna di noi corrisponde a un tipo: c’è il tipo sofisticato che ama il classico elegante, c’è il tipo romantico che ama fiori  e rouches, c’è il tipo sportivo che predilige comodità e praticità.

Se sei una sportiva ad esempio, è inutile e dannoso costringerti a indossare sbuffi e volants color confetto: non sarai mai a tuo agio.

Al contrario se sei un tipo classico, inutile soffrire con pantaloni cargo e anfibi. A ciascuno il suo.

Bisogna scoprire qual’è il proprio stile, recuperando quella fase infantile in cui eri libera da ogni influenza esterna. Cerca di capire cosa ti piace veramente e cosa ti fa stare bene.

Quando avrai scoperto fino in fondo la tua “anima fashion“, il problema è risolto. Oggi tutte le tendenze convivono pacificamente e si mescolano tra loro, rendendo il look meno scontato e monotono.

Sarà divertente giocare con il tuo stile, rinnovandolo e rendendolo sempre attuale con pezzi e accessori diversi. E magari giocando, scoprirai che oltre al tuo te ne piace un altro e che ci stai altrettanto bene.

Si può essere chic e sportive, romantiche e punk, sofisticate e rapper anche contemporaneamente. Una cosa non esclude per forza l’altra, basta fare le giuste miscele, come un buon caffè!

L’importante è che sia sempre tu a decidere, riappropriandoti della tua vera personalità.

E’ probabile che all’inizio dovrai fare più esperimenti, ma vedrai che alla fine, la persona unica che è in te riaffiorerà in superficie stupendo tutti gli altri! Costerà tempo e fatica, ma credimi ne varrà la pena. Sperimenta pure e fammi sapere com’è andata.

Trasforma il tuo guardaroba in un capolavoro

Denise.

 

 

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply